Elementi del carico di addestramento Giugno 14, 2019 Giugno 14, 2019 admin

Elementi del carico di addestramentoI carichi di allenamento sono l’insieme di stimoli che, sotto forma di esercizi fisici, sono utilizzati per migliorare le condizioni fisiche e sono determinati da volume, intensità, durata, ripetizioni e recupero. Inoltre, si riferisce alla misura del lavoro svolto con la formazione, rappresenta una misura quantitativa e qualitativa di tale lavoro (padial, 2003).

Tipi di carico di addestramento

– esterno: è quel carico di addestramento che possiamo osservare direttamente. Si tratta di indicatori del lavoro svolto che indicano la quantità e la qualità della formazione utilizzando una serie di parametri (distanza, peso e tempo).

– interno: è l’effetto che la carica esterna produce sul vostro corpo(frequenza cardiaca, riserva di frequenza cardiaca, ecc)

Elementi del carico di addestramento

– natura o grado di specializzazione: si riferisce alla somiglianza o analogia che l’esercizio (l’esercizio che causa il carico) ha con l’esercizio della concorrenza, basato sui sistemi funzionali che stiamo per utilizzare. Può essere specifico (quando l’esercizio è simile o molto simile a quella della concorrenza, per esempio, se sei un corridore e non fartlek o breve serie) o aspecifica (quando l’esercizio non assomiglia a quello della concorrenza, per esempio, se sei un corridore e fare pesi o in bicicletta).

Elementi del carico di addestramento

– orientamento del carico: questa è la tendenza di un esercizio verso una o più qualità fisiche. Può essere selettivo (quando l’esercizio fisico influenza una qualità fisica) o complesso (quando influisce su diverse capacità fisiche di base: forza, flessibilità, resistenza o velocità).

– complessità del carico: consiste nel grado di difficoltà che un esercizio ha a seconda del coordinamento necessario per svilupparlo. Può essere semplice (quando l’effetto dell’esercizio sul vostro corpo non produce un effetto elevato sul livello di coordinamento) o complesso (quando l’esercizio effettuato colpisce il corpo in modo più alto, essendo molto complicato a livello di coordinamento).

– entità del carico: determina il livello di sollecitazione che l’esercizio fisico ha comportato per il corpo. Il livello della domanda si riflette in due indici (verchoshanskij, 1999).):

Indici interni. Esse riflettono le azioni immediate di adattamento dell’organismo che dimostrano la sollecitazione di questo esercizio sui sistemi funzionali (fc, fr, produzione cardiaca, ecc.).).

Indici esterni. Attestano il lavoro svolto dal corridoio e permettono di quantificarlo in funzione del volume, dell’intensità, della densità e della durata (carico esterno).

Elementi del carico di addestramento

– densità: rappresenta il rapporto temporaneo tra lavoro e riposo. Una densità adeguata garantisce un’efficienza ottimale nell’applicazione dei carichi e impedisce l’acquisizione di stati di sovrastruttura.

– durata: si riferisce alla durata dell’attività. La durata determina il sistema energetico che sarà richiesto e interviene selettivamente nello sviluppo delle capacità fisiche di base. Dipende essenzialmente dal contenuto del lavoro da svolgere e dall’obiettivo perseguito. È quantificato per unità di tempo (h / min / sec). Ogni stimolo ha una durata ottimale al di fuori della quale gli effetti previsti non si sviluppano. Il numero di ripetizioni, il numero di ripetizioni, il numero di ripetizioni, maggiore è lo stress del corpo e, a seconda della natura dell’esercizio, un numero minore di ripetizioni si concentrerà sulla velocità e un maggior numero di ripetizioni si concentrerà sulla resistenza.